10 luoghi comuni da sfatare su uomini, donne e vino

10 luoghi comuni da sfatare su uomini, donne e vino

10 luoghi comuni da sfatare su uomini, donne e vino

10 luoghi comuni da sfatare su uomini, donne e vino sono riportati da Julien Miguel, l’enologo più social del mondo: il suo Social Vigneron è uno dei wine blog più influenti a livello planetario e i suoi followers sono degni della qualità dei suoi articoli (254.825 su Twitter, 14.445 su Facebook, 40.058 su Istagram, 7.334 su Linkedin: praticamente tutti quelli che amano leggere di vino on line).

Ma è la qualità dei contributi pubblicati il punto di forza di questo enologo francese che si è convertito al web in Nuova Zelanda per poi tornare in Europa lo scorso anno. Il post “Women and Wine? Let’s shrug off dusty clichés!” è da incorniciare. Leggetelo e poi proseguite a curiosare perché questo wine blog vi affascinerà.

Vediamo dunque quali sono i 10 luoghi comuni da sfatare su uomini, donne e vino:

1) Gli uomini comprano più vino delle donneSBAGLIATO: le percentuali del vino comprato dalle donne sono 83% USA, 80% UK, 70% Francia, 60% Svizzera, 57% Australia;

2) Le donne bevono solo bianchi e vini dolciSBAGLIATO: le donne bevono 57% vini rossi, 30% bianchi e 13% rosè;

3) Gli uomini bevono il vino e le donne lavano i bicchieriSBAGLIATO: le donne bevono più vino degli uomini, il 51% dei bevitori di vino mondiali sono donne. L’85% delle donne pensa che il vino sia il complemento dei momenti belli e di piacere;

4) Le donne non sanno come scegliere il vinoSBAGLIATO: per le donne la scelta dipende dalla varietà e la regione di origine oltre che dall’abbinamento con il cibo. Per gli uomini contano molto lo status di un’etichetta e il prezzo. Inoltre 1/5 delle donne si basa su una buona base di conoscenze sul vino;

5) Il vino fatto dalle donne è per le donneSBAGLIATO: Nei concorsi con giuria femminile le assaggiatrici non sono in grado di riconoscere i vini fatti da donne;

6) Il vino è ancora un comparto molto maschileSBAGLIATO: le enologhe sono il 33% in Francia e il 50% in Spagna; Le Sommelier sono l’80% in Svezia, in Russia e Giappone, e il 40% in Italia; le viticultrici sono il 28% in Francia ed il 30% in Italia;

7) Le donne non sono esploratrici e sono abitudinarie nella scelta del vinoSBAGLIATO: le donne amano comprare i vini nuovi. Le donne si basano sull’emozione che un vino dà loro e soprattutto sulla capacità di un vino di essere adatto a quella specifica esperienza, per gli uomini sono più importanti elementi tecnici e sul brand;

8) Le donne sono più futili nelle scelteSBAGLIATO: le donne sono poco influenzabili e comprano i vini che a loro piacciono. Da questo dipende lo scarso successo dei vini “per le donne” che vengono preferiti solo dal 40% delle donne USA e solo il 26% delle donne USA acquisterebbe un vino “di genere”;

9) Le donne fanno acquisti sull’onda del momentoSBAGLIATO: le ricerche dimostrano che il 66% delle donne fa acquisti solo se pianificati, mentre il 22% fa acquisti impulsivi;

10) Le donne che bevono vino sono poco sicure di séSBAGLIATO: il credere poco in se stessi e nelle proprie capacità è più un fatto culturale che altro. Il 18% degli uomini dichiara di avere una conoscenza approfondita del vino contro il 12% delle donne, e il 30% degli uomini crede di poter identificare con esattezza gli aromi nel vino contro il 17% delle donne.

Articolo originale: Women and Wine? Let’s shrug off dusty clichés!

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina dellaPrivacy.
Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'.
In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.

MAGGIORI INFORMAZIONI

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close