Basilicata in tavola: la cucina lucana

Basilicata in tavola: la cucina lucana

Basilicata in tavola: la cucina lucana

Basilicata in tavola è nel segno della tradizione e di una ricetta che ci viene proposta dalla Donna del Vino Carolin Martin in onore della cucina lucana.

La cucina lucana si caratterizza per la sua semplicità e genuinità legate ad una tradizione contadina povera.
Prevalgono, infatti, le preparazioni a base di farina di grano come pasta, pane e focacce con olio extra vergine d’oliva ma anche gli stessi grani e legumi (frumento, orzo, ceci, cicerchie,..) cotti in tegami di terracotta sulla brace viva del camino.
Caratteristica e di elevata qualità la produzione di formaggi soprattutto a media (caciocavalli di latte vaccino) e medio-lunga stagionatura (pecorino) e la produzione di insaccati come la salsiccia di suino locale che si consuma sia fresca ma soprattutto stagionata.
I dolci della tradizione contadina della Basilicata sono essenzialmente di pasticceria secca a base di farina, mandorle, uova, burro e castagne.

Peperoni in cucina

Peperoni in cucina

Baccalà con peperoni Cruschi
Ingredienti:
500 g. baccalà già bagnato. 5 peperoni cruschi.
2 spicchi d’aglio.
50 g. prezzemolo.
1 bicchiere d’olio d’oliva extravergine. Peperoncino secondo gusto.
Sale q.b.

Ricetta:
Fate lessare il baccalà e dopo averlo diliscato, tagliatelo a pezzi.
In un tegame versate un bicchiere d’olio e soffriggetevi l’aglio e peperoncino, quando sarà dorato toglietelo dall’olio.
Su un piatto di portata disponete i pezzi di baccalà, aggiungete il prezzemolo e versate l’olio della frittura bollente e i peperoni cruschi.

Peperoni Cruschi
Ingredienti:
Peperoni secchi.
Olio extravergine d’oliva. Sale q.b.

Ricetta:
Lavate e asciugate bene i peperoni.
Riscaldate l’olio in un tegame, allontanandolo dal fuoco quando l’olio è bollente.
Aggiungete i peperoni tagliati a metà o interi, ma privati dei semi.
Aggiungete il sale solo al momento di servire.
Possono essere serviti anche freddi.

Questo è un piatto semplicissimo , ma bisogna prestare attenzione alla temperatura dell’olio , perché quando è troppo caldo i peperoni si possono bruciare, quando non è caldo abbastanza i peperoni non diventano croccanti.

Contributo raccolto da Cinzia Mattioli, Donna del Vino e ristoratrice della Liguria

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina dellaPrivacy.
Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'.
In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.

MAGGIORI INFORMAZIONI

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close