In ricordo di Claudia Culot, vino e musica

In ricordo di Claudia Culot, vino e musica

Lunedì 13 gennaio all’enoteca di Cormons si è svolta una serata all’insegna del ricordo di CLAUDIA CULOT, l’amica Donna del Vino e delegata Regionale ONAV , scomparsa prematuramente il 13 agosto dello scorso anno, lasciando un vuoto incolmabile a tutte le persone che l’avevano conosciuta e apprezzata oltre che per il suo impegno professionale anche per le doti umane, sempre presente nei momenti importanti della nostra delegazione: la sua ironia, il sorriso contagioso, la generosità erano nutrimento per tutte noi.

 

Claudia amava il vino ma era anche appassionata di musica e il ballo era la sua linfa. Da qui la voglia di organizzare qualcosa di tangibile per ricordarla ed è nata l’dea di una degustazione musicale.

 

Le fautrici: LILIANA SAVIOLI, sommelier, vice-delegata delle donne del vino Fvg e l’enologa SARA MARTELLOS. In sala pubblico numeroso, presenti la delegata regionale delle donne del vino: Maria Cristina Cigolotti, per Onav: Marco de Savorgnani e il direttore nazionale Francesco Iacono, per Assoenologi: Rodolfo Rizzi, Loris Basso del Ducato dei Vini Friulani, molti i produttori presenti, anche il figlio Matteo non ha voluto mancare, orgoglio di mamma Claudia.


VINI DEGUSTATI E LE MUSICHE IN SINESTESIA:
Liliana e Sara ci hanno guidato nella degustazione in maniera gioiosa giocando nell’abbinamento dei vini ai brani musicali, un filo conduttore che lega l’olfatto e il gusto all’udito e alla vista, siamo stati coinvolti in tante emozioni e l’esperimento è riuscito pienamente.

I vini sono stati donati e il ricavato della serata è andato a un’associazione a cui Claudia era legata: IL MOSAICO, un consorzio di cooperative che opera nel sociale.


Abbiamo iniziato con una bolla da uve autoctone: RIBOLLA GIALLA brut dell’azienda MONVIERT nel cuore dei Colli Orientali, profumo di frutta fresca, bella persistenza aromatica, l’abbinamento azzeccato: TCHAIKOVSKY VALZER DEI FIORI;


IL PINOT BIANCO dell’azienda BLAZIC a Zegla sul Collio: nocciole tostate e fiori bianchi, grande eleganza, come un tubino nero di Chanel e in sinestesia con la vellutata MOON RIVER 2CELLOS;


ABBAZIA DI ROSAZZO Docg 2016 della storica azienda di LIVIO FELLUGA da uve: Friulano-Pinot Bianco-Sauvignon-Malvasia-Ribolla Gialla: crema pasticcera e salvia, in bocca potente e aggressivo, vino complesso e possente, matrimonio perfetto con B.B.KING & ERIC CLAPTON THREE O’CLOCK BLUES;


Per il quarto vino ci spostiamo a Bolzano, viticoltura altoatesina nella KELLEREI BOZEN cantina leader con 340 ettari di vigne, in degustazione il PINOT NERO Riserva 2017, vigneti a 600 m.s.l.m. Rosso rubino intenso, ciliegia e frutti di bosco, cannella e chiodi di garofano, sapore pieno e deciso, favoloso con la SINFONIA N.40 METALLICA di WOLFANG AMADEUS MOZART;


Ritorniamo in Friuli Venezia Giulia nella Doc Grave a Fagagna in provincia di Udine, l’azienda DEL POGGIO ci propone il ROSSO RISERVA VULPES RUBRA 2016 DA UVE: Merlot e Refosco del Peduncolo Rosso: frutta rossa e note erbacee, balsamiche e speziate, bocca croccante e tannini equilibrati, lo accompagnamo con THE SOUND OF SILENCE SIMON AND GARFUNKEL;


Le Marche ci accolgono con il LACRIMA DI MORRO D’ALBA SUPERIORE 2017 speciale, assieme a noi il produttore Stefano Mancinelli che ha voluto essere presente con il cuore, fragoline di bosco e rose inebriano le narici, intensa speziatura e persistenza, da evoluzione, si congiunge con il grande BRUCE SPRINGSTEEN THUNDER ROAD;


Chiudiamo con un vino solidale che dedichiamo a Claudia, MORUS MORAR, Friulano da vigne storiche della Cooperativa sociale “Contea” del Consorzio il Mosaico, il progetto ha recuperato una vecchia vigna abbandonata ed è stata risanata attraverso persone con svantaggio sociale, l’etichetta del vino raffigura un gelso, edizione limitata, sentori di pistacchio e salvia, in bocca caldo e morbido, intenso e piacevole.

Le donne del vino Fvg Elisabetta Foffani Maria Cristina Cigolotti Elda Felluga Liliana Savioli Patrizia Pittia


In chiusura: “Cara Claudia il mondo del vino ci ha fatto incontrare, viste piaciute, la tua improvvisa scomparsa ci ha lasciato inerti, troppo giovane e con tanti progetti, mi machi, ci manchi, proteggici da lassù, ti voglio bene, ti vogliamo bene”


Patrizia Pittia

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina dellaPrivacy.
Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'.
In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.

MAGGIORI INFORMAZIONI

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close