Las damas del pisco, presentato il libro

Las damas del pisco, presentato il libro

Las Damas del pisco, presentato a Milano il libro dell’autrice Gladys Torres Urday, guida delle Donne del Vino del Perù

Intrepida, decisa, concreta e grande sostenitrice delle donne peruviane, Gladys Torres Urday, ha saputo rendere visibile al mondo, il duro lavoro delle donne che ogni giorno faticano tra i vigneti e in aziende, ma sempre un passo indietro all’uomo. La peruviana Gladys Torres Urday ha dato concretezza alle “Donne dalla forza silenziosa” creando l’Associazione “Las Damas del Pisco”, dando avvio ad una unione tra viticoltori e produttori di Pisco, Bandiera del Perù, promuovendo voce e visibilità, nel mondo, di una enorme realtà lavorativa e di produzione.

Giovedì 28 febbraio, nei saloni del Consolato Generale del Perù a Milano, è stato presentato il libro “Las Damas del Pisco” Gold Guest Italia Editore, dove l’autrice e fondatrice, con tanta emozione ha riassunto le 280 pagine che racchiudono i suoi quattordici anni d’intenso lavoro, fatto di ricerca e di studio. Il testo racchiude tantissime testimonianze e bellissime foto, ritratti tra la gente delle varie Regioni Pisqueras che lei stessa ha visitato. Una promozione senza lucro, nessun riscontro economico, nessun interesse se non quello dell’amor di Patria.

“La mia soddisfazione è vedere che l’unità tra le donne delle aziende produttrici è saldo e valido, nella mia prima riunione di convocazione e conoscenza erano presenti soltanto 33 produttrici di Pisco, oggi sono più di 500. Questo significa che il mio lavoro non è stato invano, sostenuto soltanto dalla mia volontà nel realizzare un sogno che si è avverato, prendendo esempio dalle donne produttrici italiane, e alcune che mi hanno ispirato sono qui presenti, a sostenere l’amicizia tra Italia e Perù” ha concluso con emozione ed orgoglio Gladys Torres Urday.

Elogio in presenza del Ministro Augusto Salamanca, Console Generale del Perù a Milano; Sara Días Montoya, Produttrice del “Pisco 1901” e presidente della filiale di Caravelí-Arequipa; Pia Donata Berlucchi, portavoce delle “Donne del Vino” e produttrice di vino “Azienda Agricola Fratelli Berlucchi” Franciacorta, e Renata Cellerino, produttrice di vino “Azienda Agricola Villa Felice”.
Tutte le ospiti hanno riconosciuto a Gladys Torres Urday e a tutto il popolo peruviano la dedizione, la passione e la fatica nel realizzare l’impossibile, oggi, completamente uniti nella promozione del prodotto, il Pisco Bandiera del Perù.

“È un piacere presentare nella nostra sede il libro che parla della nostra realtà territoriale, una terra generosa con grande produzione vitivinicola, e parlare di Pisco vuol dire parlare del Perù, un libro che appoggiamo e sosteniamo perché parla di un progetto interessante, fin dalle prime parole del libro “Donna e Pisco” definiscono l’importanza della nostra vita come peruviani, una combinazione eccellente come il Pisco. Nel libro ci sono testi, articoli, interviste e foto che raccontano e descrivono la realtà delle donne nella nostra terra. L’associazione Las Damas del Pisco, ha promosso filiale in tutto il mondo che unisce le signore in uno stretto vincolo tra “Vino e Pisco”, una condivisione che ho ritrovato leggendo una bella poesia racchiusa in questo interessante libro”, così ha ringraziato il folto pubblico e gli ospiti presenti, Augusto Salamanca, Console Generale del Perù a Milano.

Alcuni intermezzi musicali del giovane Davide Avila, hanno portato l’atmosfera andina tra i presenti e nella “Casa del Perù”, con il classico brano del “El Condor Pasa” ed altri brani eseguiti contemporaneamente con tre strumenti musicali come: il Charango (Mandolino), il Flauto di Pan (Ukulele) e il Tamburo.
Tra il numeroso pubblico presenti le Damas, presidentesse delle varie Filiali.
Marilù Costa e Isabella De Pierris (Roma); Liz Figueroa con Isabella Privitera, Rosa Toledo, Patricia Quispe, Angy e Dante Reyes, Judith Ccasa Caceres (Torino); Angela Roig, Mariana Garcia e Maria Rotondaro (Milano); Jimmy Pessina giornalista scrittore e fotoreporter (Rho); Patrizia e Silvia Arias, giornalista e fotoreporter di (Genova). Gloria Carpinelli, scrittrice del libro “Il fiore della Cannella” e Brand Ambassador Pisco Porton; Willy Nieva fotoreporter (Torino). La Damas Isabella Privitera ha portato i saluti delle presidentesse di Filiali non presenti all’evento come: Ancona, Perugia, Cagliari e Firenze.
Brindisi e saluti, degustando il Pisco Moscatel Mosto Verde 1901 della produttrice Sara Diaz Montoya (presente all’evento) e Pisco Quebranta Tres Generaciones, abbinato al cioccolato Marana Piura Perù, dell’importatrice Karen Zavaleta. Degustazione della torta al cioccolato e Pisco preparata ed offerta da Norma Pittman. Il buon “Cafè los Andes” ha portato idealmente il pubblico in un viaggio tra le Ande del Perù, racchiuso in una tazzina. La serata si è conclusa con una gustosa cena al ristorante peruviano Inkanto a Milano, deliziati dal buonissimo menu preparato dagli chef Sheila Díaz e Cesar Recharte. Non sono mancati i brindisi con il Pisco Sour e le bollicine offerte dalla produttrice Renata Cellerino.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina dellaPrivacy.
Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'.
In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.

MAGGIORI INFORMAZIONI

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close